NOI RAGAZZE DEGLI ANNI 60

Compie vent'anni "Noi le ragazze degli anni '60" ma non li dimostra. Neanche dopo quasi 2000 repliche. Andato in scena per la prima volta venti anni fa, oggi è considerato uno spettacolo cult, un classico del teatro comico contemporaneo.
Attualissimo per lucidità e vis comica è un' ironica e pungente radiografia di quello che fu il modo di essere giovani negli anni '60, del loro modo di amare, vestire, studiare, atteggiarsi, fare politica. A rendere ancora più divertente questa analisi è il continuo parallelismo con i giovani degli anni '80 e '90.
II filo conduttore dello spettacolo si snoda dall'adolescenza delle ragazze degli anni '60 fino ai nostri con un interrogativo costante: che fine hanno fatto le ragazze degli anni '60? Quelle stesse che oggi si fanno chiamare donne moderne e che allora, allo schiudersi dell'adolescenza dovevano fare i conti col mutamento del proprio corpo, con la moda della gonna a palloncino e dei capelli a carciofo.
Le loro storie d'amore erano veri e propri agoni sportivi in cui lei si difendeva strenuamente e lui un attaccava tanto impavido quanto sicuro della sconfitta. Anche le ragazze erano sottomesse all'impero dei sensi, si ma al senso del pudore e al senso di colpa. Per cui gli amori finivano per essere più sognati che vissuti, e non restava che consolarsi sulle languide note di Peppino Di Capri.
Ridiamo di come eravamo eravamo sciocchi, teneri e inconsapevoli pur vivendo intensamente nel sociale, e come siamo oggi, molto più coscienti, senza più veli, senza più vecchie tradizioni a coprire la realtà, ma non per questo meno patetici di allora. Inevitabile il paragone coi giovani di oggi, ed inevitabile che anch'essi subiscano gli schiaffi e le sferzate di un esilarante ciclone satirico quale è Grazia Scuccimarra.
Di questo spettacolo hanno scritto: "... con incredibile verve e assoluto dominio del palcoscenico Grazia Scuccimarra galvanizza il pubblico per due ore di fila, suscitando continue risate…" e ancora: "…si presenta freschissimo e fa sorridere e ridere gli spettatori, soprattutto le spettatrici di almeno due generazioni, madri e figlie...".

musiche Grazia Scuccimarra
arrangiamenti Pino Cangialosi
con Grazia Scuccimarra
regia Grazia Scuccimarra

 

DOMENICA 14 GENNAIO 2018 ORE 18

Biglietto unico 16 €
Ridotto over 65 under 18 studenti universitari e soci di associazioni presenti nel territorio di Formello 14 €
Teatro Comunale di Formello J.P. Velly
Compreso servizio baby parking per tutta la durata dello spettacolo
add
Letto 75 volte